14 migliori film horror da guardare su Netflix

Stai cercando di sistemarti per un'orribile notte di film dell'orrore? Hai Netflix protetto. Da fantasmi e streghe a assassini in cerca di preda, adolescenti spaventosi e loro parenti altrettanto inquietanti, il gigante dello streaming ha un senso di paura per qualsiasi segugio dell'orrore e il numero di film di genere è centinaia. Con troppe opzioni, diserbo attraverso il muro può essere difficile per individuare i refrigeratori più efficaci. Fortunatamente, abbiamo svolto il duro lavoro digitale per tuo conto e abbiamo setacciato il servizio per i migliori servizi effettivamente disponibili nella nazione urlante. Dai tristi ritorni al passato ai nuovi classici dei fan, ecco le nostre opzioni per i migliori film horror di Netflix in questo momento. Halloween è dietro l'angolo e con esso arriva l'obbligo di spaventarti con quei film raccapriccianti - beh, non abbiamo stabilito le regole.
Fortunatamente, gli abbonati Netflix hanno una vasta gamma a portata di mano, con molte caratteristiche inquietanti tra cui scegliere, sia che tu stia cercando un thriller psicologico, uno slasher cruento o uno spavento soprannaturale.


Di seguito abbiamo curato i migliori film horror di Netflix in questo momento. Questo varia da classici ben noti, gemme indipendenti sotto il radar, b-film sciocchi e persino alcune commedie dirette. E inevitabilmente ci sono alcune modifiche apportate da Stephen King a questa miscela. Senza il maestro, ogni elenco di paure sarà completo? Indipendentemente dal tipo di terrore che ti piace, ti abbiamo protetto. E perché non saltare fuori dalla nostra lista dei migliori film horror di sempre se sei un horror duro a morire che ha visto qualsiasi cosa su Netflix.

1. Nell'erba alta



I fan di Stephen King saranno probabilmente deliziati da questo romanzo del 2012 di Stephen e del figlio Joe Hill nel 2019. Mentre i fratelli Becky e Cal (Layla De Oliveira e Avery Whitted) fanno una sosta ai box durante il loro viaggio verso la casa della zia, sentono un ragazzo di nome Tobin che gridava in cerca di sostegno nell'area dell'erba alta. La coppia si tuffa nel raccolto, ma poi si trova al centro di un sinistro schema che coinvolge Tobin, i suoi amici, un morboso loop temporale e un'antica pietra con presunte proprietà magiche, il tutto all'interno di interminabili filari d'erba. Sebbene altri abbiano sostenuto che il film sia più che gradito, chi è alla ricerca di una favola al gusto di Re che si perde praticamente con la natura sarebbe più che soddisfatto dell'adattamento del romanzo del regista Vincenzo Natali.


2. La ragazza con tutti i doni

La ragazza con tutti i regali stava andando sotto i riflettori, ed è un vero peccato. L'intelligente interpretazione di Colm McCarthy della vecchia storia degli zombi è stata tranquillamente scartata in America, nonostante una serie di buoni feedback sui festival e un'apertura decente nel Regno Unito, ma vale la pena cercarla. Basato sul famoso libro YA di Mike Carey, basato sulla sua sceneggiatura, il film è ambientato in una distopia distopica in cui il pianeta è stato invaso da zombi ricoperti di muffa chiamati 'ungheresi'. Iniziamo con i sopravvissuti di una base militare, dove sperano in una soluzione giocando con un nuovo tipo di creatura più complicata - bambini ibridi umani / affamati che guardano, pensano e si comportano come i tipici ragazzi della scuola - finché non prendono l'odore della carne viva e la creatura viene fuori. Quando uno dei soggetti del test, una giovane ragazza precoce, Melanie (Nanua, che è fenomenale al suo debutto cinematografico), mostra un'attitudine all'autocontrollo, entra in una relazione imbarazzante con il suo amato tutor.

3. Giunzione


Ecco un caso divertente di scienza folle che è andata molto, molto male. In Splice di Vincenzo Natali, Adrian Brody e Sarah Polley sono Clive ed Elsa, due ingegneri genetici che lavorano con N.E.R.D. (Nucleic Exchange Research and Development). Il loro lavoro quotidiano include lo splicing del DNA animale per creare mostri criptoidi per la ricerca sperimentale e la selezione di proteine, almeno prima che i due geni abbiano l'idea di andare alle spalle dei loro capi e produrre un ibrido animale-umano. L'esperimento (Delphine Chanéac), che chiamano Dren, continua a maturare a un ritmo incredibile mentre mostra talenti profondi, come la capacità di respirare sott'acqua. Preoccupati per il loro segreto scientifico, Clive ed Elsa stanno trasferendo Dren in una fattoria isolata, dove il film prende una piega più inquietante. Il secondo lungometraggio di Natali nella nostra lista è un fan della fantascienza da incubo che si avvera. Sia Brody che Polley sono fenomenali come coppia di dottori pazzi moralmente sfidati e gli effetti del trucco di Dren sono bellissimi.

4. Fammi entrare

I remake di film di Hollywood sono sempre ben accetti come un paio di denti affilati come rasoi sulla gola, e anche se non potremmo dire Let Me In si avvicina al genio gelido del film horror svedese Let the Right One In, è uno dei pochi remake che regge di per sé. Kodi Smit-McPhee è una bambina tormentata dal bullismo, amica di una vampira nel New Mexico negli anni '80. Sebbene manchi dello stesso grado di innocenza infantile visto nel film, lo compensa con molta suspense. Se semplicemente non riesci ad accettare i sottotitoli (o sei solo un completatore di horror), Letting Me In vale la pena scavare i denti.

5. Evil Dead

Un classico davvero orribile con una sensazione di caduta davvero forte, hai davvero bisogno di vedere l'originale The Wicked Gone. Il film del 1981 racconta la storia di un gruppo di studenti che visitano una capanna sperduta nel bosco e poi diventano vittime di attività paranormali. Questo è tutto, amico. È la trama. E anche il film è fantastico. La formula magica che rende The Evil Dead un vero piacere è lo stile a basso budget del regista Sam Raimi, che conferisce alla telecamera la sua personalità e si diletta nella bellissima azione del film. Il vero tono 'horror-commedia' della serie non entra in gioco fino a Evil Dead 2, che è quasi un remake del film quanto un sequel. Ma in termini di pura storia del cinema e un perfetto esempio di nuovi registi di talento che fanno il trucco, piuttosto che aspettare il permesso di fare un film.

6. Zitto

Mike Flanagan entra di nuovo in Hush, un film horror intelligente che sembra molto imbarazzante perché l'orrore del film sembra che potrebbe facilmente accadere a tutti. L'autrice Maddie Young (Kate Siegel) conduce una vita pacifica nella natura selvaggia con il suo gatto, fino a quando un assassino mascherato (John Gallagher Jr.) uccide il vicino più vicino di Maddie e pensa di accoltellare Maddie il prossimo. Quello che segue è un rompicapo del gatto e del topo straordinariamente terribile, quando Maddie deve lottare per la sua vita contro un sinistro pazzo, un'impresa che l'ha resa dieci volte più complicata perché Maddie è sorda. Qualcosa che l'invasore mascherato avrebbe finalmente capito. Con Hush, Flanagan capovolge il sottogenere assassino, offrendo un film pieno di terrori a fuoco rapido, grandi e piccoli, e un terzo atto che ti lascerà bloccato sul bordo del tuo divano.

7. Apostolo

Dan Stevens e Michael Sheen sono i protagonisti del brutale terrore del regista di Raid Gareth Evans, ambientato a Londra all'inizio del XX secolo. Il film coinvolge un uomo che è tornato a casa e scopre che sua sorella è tenuta in ostaggio da una setta e che deve pagare un grosso riscatto per liberarla. L'uomo fa il viaggio in un'isola idilliaca che ospita il culto, dove si infiltra nel gruppo e scopre che, mentre il culto sembra essersi lasciato alle spalle l'ipocrisia della cultura continentale, è ancora più che presente nelle loro fila. Quando sa sempre di più sul culto, scopre un segreto particolarmente malvagio. Questo film ha un forte legame con il classico film horror folk The Wickerman e ha una sgradevole sensazione di terrore.

8. Arriva di notte

In questo incubo e mezzo post-apocalittico, gli incubi dell'umanità, la pressione di impulsi turbolenti esplodevano in nome della vita, soffiavano da occhi vigili e mani rugose. La struttura è di successo - riporta l'umanità ai giorni del confine americano, ogni singolo sopravvissuto che combatte per proteggere la propria famiglia e se stesso - ma il dramma è mano a mano. Paul (Joel Edgerton) porta Will (Christopher Abbott) e la sua famiglia in una capanna infestata nel bosco, sapendo benissimo che potrebbero mettere in pericolo la vita della sua famiglia. Per tutto il tempo, il figlio di Paul, Trevor, sfida i sogni sanguinosi di (o causati da?) Contagio. Più sappiamo, più mistero sembra che le nostre teste siano come un cappio, più spaventosi sono i suoi commenti. Trey Edward Shults sta guidando la parte posteriore di ogni struttura che si muove lentamente per questo thriller psicologico.

9. Il labirinto del fauno

Sebbene non espressamente terrorizzato, il capolavoro dark fantasy di Guillermo del Toro incarna comunque il terrificante tropo con relativa facilità. Il libro di fiabe spagnolo sembra una giovane Ofelia (Ivana Baquero) che si trasferisce con la madre incinta in una grande villa di campagna di proprietà e gestita dal Capitano Vidal (Sergi Lopez). La trama utilizza concetti del mondo moderno, come la filosofia rivoluzionaria della Falange e i disordini spagnoli, per invocare la crescente paura della sua storia generale. Nell'atto di svelare la rigenerazione della principessa Moanna, Ophelius attacca anche i tropi della fiducia e del soprannaturale. Persa nel labirinto della vita reale, Ofelia deve fare i conti con il suo destino quando gli Inferi si protendono per legarla.

10. L'invito

Guarda anche

Film 16 aprile 2020 4 minuti di lettura

I 10 migliori film d'azione da guardare su Disney Plus

Questo thriller horror a combustione lenta è in preda all'ansia sociale. La prima mezz'oramostrare, che vede Logan Marshall-Green di Quarry arrivare a casa della sua ex moglie per incontrare il suo nuovo marito, recita come un dramma del Sundance di 30 anni e la loro relazione è triste. Con il passare dei minuti, la regista Karyn Kusama (Jennifer’s Body) si tuffa ulteriormente in una cena scomoda, scoprendo lo stress in sguardi indesiderati, problemi di comunicazione e la probabilità che il personaggio di Marshall-Green possa interpretare erroneamente uno scenario bizzarro come minaccioso. Non rovineremo quello che accadrà, quindi diciamo solo che questa è una festa di cui parlerai ai tuoi amici.

11. La figlia di Blackcoat

Questo film è rimasto sugli scaffali per alcuni anni prima di raggiungere il pubblico, quindi potresti ancora conoscere il regista Oz Perkins del chiller della casa stregata dell'anno scorso I Am the Pretty Thing That Lives in the House, considerando il fatto che The Blackcoat's Daughter è tecnicamente il suo debutto alla regia. Perkins mostra la stessa abilità ipnotica del terrore nel suo primo film, un misterioso thriller soprannaturale che evoca il brivido affascinante e da incubo della minaccia satanica. Nel mezzo degli inquietanti momenti di brutalità che bruciano lentamente e punteggiano, c'è un sottofondo malinconico di isolamento e senso di colpa che ripaga nei beati momenti finali del film. La figlia di Blackcoat è enigmatica e metodica, ma ogni momento di movimento silenzioso mantiene l'inerzia fino a quando arriva il colpo finale, e quando lo fa, anche se potrebbe non essere del tutto scioccante, è un colpo schiacciante dritto al plesso solare che ti lascia tremito.

12. Vampiri contro il Bronx

Hai mai saputo che il tuo quartiere non è più tuo? La gentrificazione sta alzando la sua brutta testa nei Vampiri contro il Bronx. E, come suggerisce il titolo, ci sono succhiasangue che in realtà rovinano il quartiere quando ripuliscono i valori delle proprietà. Miguel (Jaden Michael) ha già risposto alla chiamata per salvare il suo quartiere quando scopre che gli zombi si stanno avvicinando. Una volta appreso i fatti, Miguel alias 'Lil Mayor' vuole un sostegno dai suoi amici Bobby Carter (Gerald W. Jones III ) e Luis Acosta (Gregory Diaz IV) per prendere i vampiri. Il film combina dolcemente il suo orrore con momenti di umorismo davvero divertenti. I confronti tra la cultura pop sono tutti molto attuali e questo è uno dei film horror più eccitanti dell'anno.

13. Il rituale

The Ritual include senza dubbio una delle creazioni di mostri cinematografici più spaventosi degli ultimi anni. Vale la pena guardarlo da solo. La trama di Barton / Nevill può avere una struttura familiare all'inizio, ma ci sono un paio di colpi di scena che ti fanno indovinare; un momento veramente traumatico che arriva all'inizio della storia potrebbe indurti a sederti e prestare attenzione perché segnala che The Ritual non è il tuo tipico film horror. La trama è basata su un gruppo di ex amici del college che stanno pianificando una vacanza, che prenderà rapidamente una svolta per l'orribile: la tua disposizione familiare. Dirti di più significherebbe svelare troppo, ma dovrebbe essere sufficiente per suggerire che lo sviluppo iniziale di un mostro è metà dell'avventura e l'altra metà è il percorso interiore introspettivo che sta attraversando uno dei personaggi principali.

14. 1922

Con tutti gli ultimi adattamenti dei romanzi iconici di Stephen King, è facile dimenticare che il prolifico scrittore di horror ha già un pool di racconti non sfruttati tra cui scegliere per i produttori affamati di IP. 1922, il riff popolare di Edgar Allen Poe 'The Tell-Tale Heart' con Thomas Jane nei panni di un contadino che uccide sua moglie prende la sua storia da un libro nella raccolta del 2010 di Full Dark, No Stars, ma è altrettanto lussureggiante e ricco di sfumature come il film più popolari basati su storie di King più lunghe. Inoltre, ci sono così tanti ratti nel film.