Attack on Titan Stagione 3 Episodio 16 Recensione: Perfect Game

QuestoAttacco su Titanola recensione contiene spoiler.


Attack on Titan Stagione 3 Episodio 16

'Non ho proprio idea... cosa fare...'

Attacco ai Titani la battaglia tentacolare intorno al Wall Maria e all'interno del distretto di Shiganshina è andata avanti e indietro per i suoi lati in guerra. È discutibile se il Survey Corps e i Titans fossero equamente abbinati qui, ma entrambi hanno vissuto gravi momenti di vittoria in cui si è sentito che questa potrebbe essere la battaglia di chiunque.



No. Non più.


'Perfect Game' vede i Survey Corps in piena modalità di panico mentre si affannano per rimanere a galla e trovare ancora un modo per gestire i Titani dopo la trasformazione a sorpresa di Bertholdt nel Titano Colossale. Gli eroi sono molto sulla difensiva durante questo episodio e lottano per realizzare l'intera portata della situazione in cui sono coinvolti. I Titani sono sempre creature terrificanti, ma sono ancora più intimidatori qui a causa di come eseguono bene i loro piano distruttivo.

Attacco su Titano è sempre stato efficace con le sue rappresentazioni di come la guerra influisca sulle persone e le scolpisca in qualcuno di nuovo, ma 'Perfect Game' esamina in profondità come il trauma e l'intensità della battaglia inducano alcuni individui a salire in posizioni di leadership e altri a cadere a pezzi e congelare quando è il momento di agire. Connie, ad esempio, sembra perdere temporaneamente la testa e riprendersi dall'attuale devastazione che sta spazzando via Shiganshina (sebbene Mikasa piombi senza perdere un colpo per prendere le sue Thunder Spears).

Armin si trova anche incapace di ispirare le sue truppe e formulare qualsiasi tipo di piano utile contro il Titano Colossale, quindi si affida a Jean per prendere il comando. Armin è in ritardo per alcuni momenti di potenziamento, quindi le sue azioni qui sono deludenti, se non ancora realistiche. Jean è riluttante a guidare questo attacco e in realtà non ha idee migliori di Armin, ma è almeno in grado di andare avanti e fare qualcosa. Jean chiarisce anche ad Armin che mentre guiderà le truppe, non risolverà questo problema del Titano colossale e che Armin è ancora meglio che alla fine se ne accorga con una strategia.


La situazione è altrettanto desolante dall'altra parte del Muro Maria con Levi e le restanti Squadre che lo circondano. Le squadre cercano di dare a un Levi esausto un'opportunità di riposo, ma questo esce rapidamente dalla finestra quando una raffica di rocce decima la maggior parte delle truppe intorno a lui. Il Titano Bestia conduce questo attacco con il Titano quadrupede ed è un assalto particolarmente raccapricciante. I massi sono armi così spuntate e brutali e per molti versi è più sconvolgente vedere le persone morire schiacciate da loro che essere mangiate da un Titano. Levi sopravvive, ma a questo punto è a corto di trucchi.

Questi eventi indicano in una certa misura che il Titano Bestia potrebbe essere colui che è in realtà la mente dietro questo attacco. È ancora qualcuno di cui non sappiamo quasi nulla, per non parlare delle sue motivazioni qui, ma la sua presenza al fianco di Reiner e Bertholdt funziona. Anche se Eren è nella sua forma di Titano durante questo attacco, il Titano Colossale di Bertholdt non gli presta attenzione e distrugge il più possibile la città natale di Eren.

Armin osserva Jean lanciare un attacco inefficace e sembra brevemente che Eren possa essere in grado di ribaltare la situazione quando si aggrappa alla gamba del Titano Colossale e lo blocca temporaneamente. Quella che sembra una strategia decente contro il mostro in realtà si trasforma in un errore gigantesco. Il Colossal Titan prende a calci il Titano di Eren dalla sua gamba, come se fosse un insetto, e lo fa volare in cima al muro, rendendolo incosciente. Quindi ora i Survey Corps non hanno nemmeno un Titano dalla loro parte per il supporto

Attacco su Titano ha consegnato episodi come questo in precedenza, ma la grande differenza in 'Perfect Game' è che invece dei buoni ragazzi che capovolgono le cose a metà strada, la loro situazione in realtà va di male in peggio. Il Survey Corps scende completamente all'inferno e una delle puntate più cupe della serie arriverà tra qualche tempo. È un momento molto sorprendente quando diventa chiaro che il 'Gioco Perfetto' a cui si riferisce il titolo dell'episodio è per i Titani, non per i Survey Corps.

Entrambe le fazioni del Corpo di Ricognizione sui lati opposti del muro eseguono le loro poche mosse rimanenti con risultati abissali. Mikasa lancia valorosamente le sue Thunder Spears al collo di Bertholdt, ma lui anticipa l'attacco e le devia con un'espulsione di vapore caldo. Non solo distrugge l'attacco di Mikasa, ma il vapore brucia anche una tonnellata di persone, il che è una cosa straziante e quasi estrema quanto la morte dei massi. Questa è già una situazione estremamente di merda, ma poi solo per strofinare più sale nella ferita, il Titano corazzato di Reiner riprende il suo spirito combattivo e si unisce nuovamente alla mischia. È una posizione che è quasi esilarante e scoraggiante. Se la mente di Connie non fosse già scattata, lo sarebbe ora.

Ci sono alcune conversazioni molto ponderate tra le varie truppe di Erwin sul motivo per cui combattono e se stanno semplicemente buttando via le loro vite per niente che aiutano davvero a sottolineare i temi dell'episodio. Comprendiamo il prezzo che questo stress comporta su persone come Eren, Levi e Mikasa, ma questa prospettiva più comune mostra le paure dell'uomo comune. Aiuta ad abbattere le molte prospettive diverse che sono presenti in questa battaglia.

L'unico barlume di speranza in tutto questo è che Erwin abbia una strategia che Maggio lavorare per eliminare il Beast Titan, ma è una missione kamikaze che quasi sicuramente ucciderà lui e le sue nuove reclute. Il piano di Erwin è quello di lanciare un attacco diretto al Titano Bestia che viene utilizzato come distrazione in modo che Levi possa manovrare segretamente verso di lui ed eliminare il bersaglio. Le condizioni sono così scoraggianti che Levi non cerca di dissuadere Erwin da questo piano e anche lui capisce che potrebbero davvero non avere altre opzioni qui. In quella che è una puntata molto caotica della serie, queste tranquille discussioni tra Levi ed Erwin aiutano a radicare la voce e rallentare le cose.

In un episodio pieno di momenti narrativi del personaggio, forse il più soddisfacente è che Erwin rivela che il suo unico rimpianto mentre si lancia in questo attacco suicida è di non aver mai scoperto cosa c'era nel seminterrato di Eren e di non aver potuto rendere giustizia allo spirito di suo padre . Nonostante quelle risposte irrisolte, Erwin comprende l'importanza del bene più grande. Resta da vedere se il suo sacrificio sarà sufficiente perché Levi abbia successo, ma se ne va nel modo più onorevole possibile.

Attacco su Titano sembra sempre incredibile, ma le sequenze a cavallo che concludono l'episodio sembrano particolarmente sbalorditive. C'è un sacco di azione che 'Perfect Game' riesce a superare, ma riesce a consentire a ciascuno di questi pezzi impegnativi di respirare e mostrare diversi aspetti della battaglia senza compromessi. Lo sbarramento iniziale di massi di The Beast Titan a Levi's Squad è stupendo e la furia del Colossal Titan attraverso Shiganshina sembra tanto bella quanto emotivamente schiacciante.

'Perfect Game' è un episodio oscuro che non si tira indietro con il suo travolgente senso di sconfitta. È in qualche modo rinfrescante vedere una devastazione così totale e alcune poste in gioco reali presenti mentre i Titani livellano il campo di gioco, ma è anche un episodio affascinante a causa di come le persone reagiscono a queste perdite. La scena finale dell'episodio è incredibilmente edificante e uno dei momenti più potenti dell'intera serie, anche se finisce in una carneficina totale. Eren e compagnia non sono mai stati così messi in un angolo ed è estremamente eccitante pensare a chi potrebbe uscirne vivo e dove sta andando questo massiccio abbattimento.

Ora andiamo in quel dannato seminterrato per il bene di Erwin!

Resta al passo con tutti i nostri Attacco su Titano Notizie e recensioni sulla terza stagione proprio qui.

Daniel Kurland è uno scrittore, comico e critico pubblicato il cui lavoro può essere letto su Den of Geek, Vulture, Bloody Disgusting e ScreenRant. Daniel sa che i gufi non sono quello che sembrano, che Psycho II è migliore dell'originale, ed è sempre pronto a discutere di Space Dandy. Il suo processo di pensiero perma-nevrotico può essere seguito a @Daniel Kurlansky .