Confrontando le versioni svedese e statunitense di The Girl With The Dragon Tattoo

Quando è stato annunciato che David Fincher stava per imbarcarsi in una versione in lingua inglese diLa ragazza con il tatuaggio del drago, le reazioni dei devoti ai romanzi di successo di Stieg Larsson e all'adattamento cinematografico svedese di Niels Arden Oplev sono state contrastanti. Questo doveva essere solo un altro remake di Hollywood non necessario, un tentativo cinico di agganciare il pubblico che non poteva essere disturbato a leggere i sottotitoli dell'adattamento originale?


Certo, la mia reazione al coinvolgimento di Fincher con gli Stati UnitiTatuaggio Dragoera quasi altrettanto cinico. Fincher è noto come produttore di film eleganti, ma il film svedese è stato girato con stile e spesso estremamente carino da guardare; sicuramente, portare Fincher dentro è stato un tentativo di riparare qualcosa che non era rotto in primo luogo?

Quindi cosa ha portato Fincher alla sua versione del primo di Larsson?Millennioromanzo? La risposta: tutte le sue abilità sia come narratore che come stilista visivo.



Setteha dimostrato che Fincher era un grande regista di thriller.Fight Clubha mostrato che poteva fare una satira insolita e mordente all'interno del sistema di Hollywood.Zodiacoha dimostrato di essere in grado di dirigere un dramma procedurale intricato e tecnicamente complicato. Anche se non necessariamente buono come quei film precedenti,Tatuaggio Dragoporta tutte queste abilità nella storia di Larsson.


Ben diretto e recitato anche se lo svedeseTatuaggio Dragoè (e non si può negare il potere della performance di carriera di Noomi Rapace), direi che il film di Fincher è l'adattamento migliore. Non solo perché ha un budget maggiore (100 milioni di dollari contro i 13 milioni del primo) o perché ha un aspetto e un suono migliori, ma perché, sotto il suo stile aggressivo, è un film più umano. I suoi personaggi sono meglio disegnati e più simpatici. Non tutti saranno d'accordo, ma non ho mai comprato la relazione tra Mikael e Lisbeth nella versione svedese. Era troppo bitorzoluto, troppo buffone. Era troppo spigolosa, troppo severa. Come sarebbero mai finite a letto insieme queste reciproche esclusive?

Le dinamiche che Rooney Mara e Daniel Craig portano nei loro ruoli cambiano questo. C'è una vulnerabilità sotto l'esterno appuntito di Lisbeth nel film di Fincher. Craig, nel frattempo, è molto più riconoscibile – divertente, persino – come Mikael. Per quanto sia vecchio, almeno rispetto alla 23enne Lisbeth, si capisce perché tra loro dovrebbe esistere uno strano tipo di attrazione.

La quantità di dettagli raccapriccianti nella storia richiede un lato umano credibile: un po' di luce e ombra. Rooney Mara e Daniel Craig portano questo nelle loro grandi esibizioni.


Mara riceverà giustamente molta attenzione per una prestazione coraggiosa che non doveva essere facile da realizzare. Nei panni di Lisbeth, straordinariamente intelligente ma travagliata, bilancia forza e rabbia con il tocco perfetto di vulnerabilità: è forte, incisiva e capace, e occasionalmente le sue azioni rasentano il sociopatico, ma sotto sotto è sola e alla disperata ricerca del contatto umano.

Craig è quasi altrettanto bravo. Il suo personaggio è necessariamente meno magnetico della forza della natura Lisbeth, ma c'è un calore in Mikael che ho sentito essere assente nella performance di Michael Nyqvist. Guarda, per esempio, il modo in cui Craig reagisce dopo aver ricevuto un colpo di striscio sulla fronte da un proiettile - dopo aver avuto la sua ferita ricucita da Lisbeth, si siede dopo, piagnucolando su quanto fa male. È facile dimenticare che Craig è anche James Bond, e questo è il segno di un grande attore.

Nel romanzo originale, direi che i personaggi sono molto più interessanti della storia stessa, che, al di là di tutto il sesso e la violenza, è un giallo abbastanza standard. L'identità dell'assassino non è difficile da indovinare, anche se non segui necessariamente ogni sviluppo della complessa storia della famiglia Vanger.

Fincher, tuttavia, è abile nel creare suspense e dirigere i momenti intimi dei personaggi. Anche dopo aver visto la versione svedese, e sapendo più o meno cosa sarebbe successo dopo, mi sono ritrovato ancora con il fiato sospeso durante gli Stati UnitiTatuaggio Drago. Fincher ha un modo aggressivo di tagliare alcune scene fino all'osso, in modo che alcuni eventi sembrino accadere leggermente più velocemente di quanto possiamo registrarli.

Questo approccio vivace alla narrazione della storia è necessario quando c'è così tanta trama da impacchettare, ed è un miracolo che Fincher riesca a inserirsi nel romanzo un po' più di quanto non sia riuscito nel film svedese, il tutto in poco meno di due anni e mezzo. mezz'ora. Tuttavia, l'epilogo si trascina troppo a lungo; quello che potresti aspettarti di essere una tensione di caduta di pochi minuti viene filato fuori per quella che sembra mezz'ora.

Fincher e lo sceneggiatore Steven Zaillian, si prendono il loro tempo con questa sezione e tirano fuori i fili piuttosto che tirarli frettolosamente in un piccolo arco. Questo rende il loroTatuaggio Dragoleggermente più punitivo sul posteriore e con un ritmo più irregolare, ma almeno evita la conclusione piuttosto brusca del suo predecessore.

La ragazza con il tatuaggio del drago, quindi, è un raro esempio di romanzo molto popolare che ha generato non uno ma due adattamenti ben realizzati. Eppure, per quanto buono sia stato il film di Niels Arden Oplev del 2009, è il film di Fincher, con il suo ritmo di guida, il casting perfetto e la sua musica ferocemente aggressiva di Trent Reznor e Atticus Ross, che cattura tutto il freddo e il fugace calore della fonte letteraria di Larsson.

Puoi leggere il nostro recensione di La ragazza con il tatuaggio del drago qui.

Segui Den Of Geek su Twitter proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .